lunedì 18 agosto 2014

Valori (10) La Pace

Come stabilito parliamo dunque anche di pace; andando algidamente a cercarne il significato sui dizionari troveremmo grosso modo queste definizioni:

1 Situazione di non belligeranza; rapporti normali, senza tensioni particolari, tra nazioni diverse o all'interno di uno stesso stato
2 Concordia nei rapporti tra persone e nella vita pubblica
3 Condizione di tranquillità spirituale o materiale; assenza di preoccupazioni e fastidi

Veramente poco per descrivere un termine, uno status enorme.

Ritengo sia immensamente difficile spiegare la pace, perché forse non appartiene propriamente all'indole umana, cosa abbastanza inspiegabile visto che il bene è un qualcosa di razionale, se tutti fossimo in pace con noi stessi e con gli altri il mondo sarebbe un posto migliore, questo mondo invece naviga nella palta e per quanti sforzi io faccia per essere in pace con me ed il mondo produco solo un pizzico di pace e rischio di continuare a vivere in un mondo al quale non mi sento appartenere e vivere in pace col resto del mondo significa vivere male.

Di fatto la parola Pace non rientra nel vocabolario dell'uomo, eppure se ne parla tanto, tutti la reclamano ma nessuno sa ancora ben definirla. Questo malgrado dovrebbe essere una priorità per ogni individuo, poichè è la condizione necessaria per vivere una vita serena ed in pieno godimento. Eppure l’essere umano preferisce combattere sempre, per qualsiasi cosa, magari si riempie anche la bocca con la parola pace, con la locuzione lottare per la pace alla fine però, in sostanza, in realtà lotta e basta.

Politicamente e socialmente Pace è certamente una parola complessa, essa richiama una serie di elementi senza i quali è impossibile tradurla, quali magari il diritto all'alimentazione dei popoli, senza che a ciascun cittadino del mondo venga garantita una vita dignitosa, è impossibile pensare alla parola pace senza la libertà, senza il lavoro. Insomma, è impossibile coltivare la pace senza coltivare i diritti di ciascuno.

La Pace comunque è ancora ad oggi difficilmente spiegabile visto che in pochi l'hanno raggiunta pienamente o definitivamente. Dico questo perché al di là della pace nel mondo, la pace consiste anche nell'essere felice, ma nello stesso tempo rendere felice un altro, sentirsi a proprio agio e far sentire a proprio agio un'altra persona, potersi accettare per ciò che si è e riuscire ad accettare gli altri, avere autostima e stimare gli altri.

La Pace è, dovrebbe essere, innanzitutto uno stato di equilibrio che però noi raramente riusciamo a raggiungere perchè tendiamo sempre a pensare troppo a noi stessi e a fregarcene degli altri, perché troppo spesso siamo troppo sicuri di noi, non abbiamo rispetto delle altre persone e nemmeno delle piccole cose.

Pace comunque, torniamo indietro qualche riga, significa fine della violenza o meglio possibilità di vivere senza conoscere la violenza, venendo rispettati nei propri diritti dagli altri ricambiando il tutto nei confronti di chi vive con noi e di tutti coloro che ci stanno attorno quotidianamente.

L’acquisizione della pace si dovrebbe considerare un obiettivo da raggiungere sempre e comunque nella vita, necessario poter instaurare una forma di dialogo con gli altri senza litigare ed avere la capacità di vedere il lato positivo in ogni aspetto della vita.

Per concretizzare e conservare la pace necessita la totale mancanza di pregiudizi, inoltre nel significato di pace è racchiuso il concetto di armonia e di collaborazione tra le persone. Non occorre un mondo popolato di santi e martiri per imparare a rispettarsi l’un l’altro, occorre invece lo sforzo personale ad impegnarci per consentire che ciò accada; purtroppo invece spesso e volentieri l’essere umano deborda dando vita a guerre stupide legate ad altrettanto stupidi motivi come, per esempio, il possesso di ricchezze.

Parlo di debordare in termini attuali, perché oggi non si riesce ancora a trovare rimedio alla feroce stupidità umana, esistono numerosi luoghi in cui la guerra vige, ambiti dove la pace non riesce ad attecchire. Terre sciagurate dove gli uomini si dedicano all’addestramento dei così detti “bambini soldato”, terre dove altri uomini sfruttano i bambini per lavorare privandoli della loro innocenza e libertà. In alcuni paesi, probabilmente, la parola pace non è presente nemmeno nel vocabolario.

Auguriamoci che l’uomo, col passare del tempo, in un futuro non troppo distante, riesca a cambiare radicalmente mentalità, altrimenti troppe persone il vero significato delle pace non lo conosceranno mai.


(continua)   

1 commento:

elda ricci ha detto...

ciao Giorgio
la pace globale credo non si raggiungerà mai, troppi gli egoismi, l'imbecillità e le rivalità umane,
:-)